INFORMATIVA BREVE

Il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti".
È possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l’utilizzo dei cookies secondo le tue preferenze accedendo alla presente informativa.
Cliccando su "OK" verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
 
 
 
 
 
 
 

Super reti e data center: Brennercom lancia l’infrastruttura IT sulla b.CLOUD dei record

Super reti e data center: Brennercom lancia l’infrastruttura IT sulla b.CLOUD dei record
 
 
L’azienda di Bolzano, dopo i servizi di comunicazione a banda larga e in quelli di “housing” IT, allarga l’offerta all’ IaaS (Infrastructure as a Service) facendo leva su una delle reti più potenti in campo nazionale. 

Collaborazioni di alto livello dalla capacità elaborativa e di archiviazione, all’interconnessione dei data center, con soluzioni di virtualizzazione avanzate per un’infrastruttura IT “à la carte”.

Risparmi economici diretti e vantaggi operativi per le aziende che possono adeguare le risorse a loro di-sposizione in poche ore, invece dei giorni e settimane richiesti dai modelli ‘in house’ tradizionali.



Un deciso passo avanti nel campo delle infrastrutture IT “as a Service” è stato annunciato da Brennercom, che ha avviato una delle più avanzate offerte di servizi di cloud computing oggi disponibili sul mercato, frutto di una convergenza ai più alti livelli di tecnologie di rete e di data center di nuova generazione.

L’azienda di Bolzano, che segna l’espansione rispetto alla sua funzione originaria di fornitore di servizi di comunicazione e Internet di alta qualità, con un ruolo di punta nel campo degli IT services, venerdì 22 marzo - nel corso di un convegno pubblico - ha presentato il suo nuovo data center “duale” dedicato al cloud e l’articolata offerta b.CLOUD. Quest’ultima rappresenta un ulteriore sviluppo rispetto a quella di IT Housing sin qui fornita con la propria ‘server farm’ ad alta prestazioni ed elevata ridondanza “CUbE”.

Cuore della nuova offerta di Infrastructure as a Service (IaaS) è la disponibilità di risorse server (ela-borative) e storage (archiviazione) fornite in modo integrato dai due data center di Bolzano e Trento. Questi sono uniti dalla più veloce autostrada informatica italiana e da una delle più performanti in Europa, dotata di canali di trasmissione 100G (100 miliardi di bit al secondo), con bassissimi valori di “latenza” (un “ritardo” complessivo di un solo millisecondo su 60 km), che permettono ai due siti di operare in completo parallelismo per una sicurezza dei dati al 100%.

L’autostrada digitale dei record

L’offerta b.CLOUD è rivolta a tutte le aziende e organizzazioni che desiderano beneficiare di un alto livello di flessibilità e prestazioni, collegandosi all’infrastruttura di rete di Brennercom che, con linee di trasmissione proprie, unisce Milano con Verona, con il polo integrato di Trento-Bolzano, per pro-seguire quindi verso l’Austria (Innsbruck) e la Germania (Monaco), ma può essere raggiunta da ogni utente, quindi azienda o pubblica amministrazione, con un collegamento Internet ovunque si trovi.

Uniamo l’area più dinamica e produttiva d’Europa”, ha dichiarato l’amministratore delegato di Brennercom, Karl Manfredi. “In questi ultimi due anni, abbiamo investito per realizzare una delle migliori e più moderne infrastrutture di rete in campo nazionale e internazionale e per realizzare delle server farm che hanno permesso di offrire servizi di ‘housing’ di primissimo livello. Ora, da quest’esperienza di successo nasce un’offerta “world class” nel campo del Cloud computing: oggi focalizzata nel campo infrastrutturale o IaaS, ma già con una progressiva proiezione verso la fornitura di servizi di piattaforma e a supporto delle principali applicazioni del cliente”.

I vantaggi per l’utenza: meno costi e più risultato

Grazie a queste soluzioni, le aziende possono evitare costosi investimenti al proprio interno in infra-strutture tecnologiche a livello data center. In questo modo è possibile evitare immobilizzi in conto capitale, nonché l’utilizzo di risorse specialistiche dedicate, le spese di aggiornamento e manutenzione, quelle per spazi, sicurezza, energia. Ma non è tutto: la grande flessibilità offerta dalla “virtualizzazione” di risorse di elaborazione e archiviazione permette di rispondere velocemente all’aumentare della domanda, senza spreco di risorse e con la possibilità di avviare nuovi server nel giro di poche ore o, in alcuni casi, minuti, invece delle settimane o giorni normalmente richiesti.

“Le aziende possono in questo modo unire risparmi e competitività”, dice l’a.d. Manfredi. “La nostra offerta è cresciuta dalla connettività all’housing, al cloud. In tutte queste fasi, il mercato ha ricono-sciuto e premiato la ricerca dell’eccellenza, la capacità di lavorare a stretto contatto con i clienti, la collaborazione con i migliori partner tecnologici in campo mondiale, così da offrire la miscela ideale per le esigenze di supporto del business delle aziende”.

Grazie all’infrastruttura flessibile di b.CLOUD, le aziende possono scegliere ‘à la carte’ le risorse di cui hanno bisogno, sprechi o limitazioni, per far fronte nel modo più flessibile a variazioni e picchi della domanda di potenza elaborativa o di archiviazione dati, introdurre rapidamente nuove applicazioni, spostare secondo esigenze e convenienza applicazioni in precedenza detenute al proprio interno verso i sistemi di Brennercom.
 
E’ sufficiente una connessione a banda larga per disporre di questi servizi, che possono comprendere anche attività di gestione (IT managed services), dall’amministrazione della posta elettronica alla gestione di licenze applicative, ai diversi aspetti di sicurezza (protezione dei dati e delle applicazioni, antivirus, antispam, posta certificata, ecc.).

Il meglio nel campo dell’IT e in quello delle reti. Le “super-farm” di Trento e Bolzano

Reti di comunicazione di alto livello e tecnologie informatiche che rappresentano lo stato dell’arte nei data center di nuova generazione, nella virtualizzazione e nella sicurezza, sono alla base dell’offerta di Brennercom, che mette a disposizione dei clienti risorse di elaborazione e storage pensate per il massimo della flessibilità nell’utilizzo e nella protezione dei dati. Ulteriori servizi vanno già oggi oltre gli aspetti infrastrutturali e sono ulteriormente destinati a crescere.

La tecnologia EMC VPLEX è stata adottata per integrare, come in un unico data center virtuale, le due “farm” di Bolzano e Trento, vere e proprie “fabbriche digitali” dell’infrastruttura Brennercom. Grazie a questa tecnologia, infatti, le informazioni sono scritte simultaneamente come copia di set di dati identici nelle unità disco collocate ad una sessantina di chilometri di distanza, con una latenza di pochissimi millisecondi (media 1 msec). L’accesso in lettura, a sua volta, può avvenire indifferentemente sull’uno o l’altro sito, garantendo una totale continuità operativa (business continuity) con un istantaneo aggiornamento dei dati, ottimizzato anche da tecniche di deduplica con EMC Avamar.

Cisco per i server nell’ambiente di “Unified Computing” e negli apparati di interconnessione (la famiglia Nexus) e VMware per le tecniche di virtualizzazione sono gli ulteriori partner strategici che concorrono alla realizzazione di questa nuova generazione di data center. Alcatel-Lucent ha fornito a Brennercom la sua prima rete di trasmissione ultraveloce a 100 Gigabit/s in Italia. L’offerta commerciale permette agli utenti di scegliere tra una gamma di soluzioni, dalla protezione locale su un singolo sito a quella geografica tra due siti sempre aggiornati simultaneamente.

Oltre ai servizi infrastrutturali (elaborazione, archiviazione) e di interconnettività, Brennercom fornirà anche una serie di servizi di Piattaforma (PaaS), a partire dalla posta elettronica, condivisione e gestione di licenze (es. Microsoft SQL Server).

Informazioni su Brennercom

Brennercom è tra i principali operatori di comunicazione a valore aggiunto in campo nazionale, con servizi che vanno dalle comunicazioni e connettività Internet a banda larga per le aziende, che rappresentano il 60% del proprio parco clienti, ai servizi informatici di IT housing per la gestione degli apparati di proprietà dei clienti presso i propri data center, fino ai servizi di Cloud computing. Elementi chiave della sua offerta sono il data center unificato realizzato tra le due “farm” di Trento e Bolzano, collegate con la più veloce autostrada ottica, la rete di trasmissione che si estende tra il PoP (nodo di interconnessione) di Milano, Verona, l’Austria occidentale e il sud della Germania, oltre ad una ramificata rete d’accesso. Brennercom ha sede a Bolzano, i suoi principali azionisti sono il Gruppo Athesia (48% ca.), la Provincia Autonoma di Bolzano (42% ca) e Autostrada del Brennero. Nel 2012 ha riportato un fatturato di oltre 30 milioni di euro (dati preliminari) a livello di capogruppo Italia, in aumento di circa il 5,5%.


In occasione dell’inaugurazione di CUbE, la sua nuova server farm, e del Network Operation Center, Brennercom ha ospitato un evento dedicato ad illustrare caratteristiche e vantaggi del cloud computing, il paradigma dell’IT del futuro. Per saperne di più, vai su www.event.brennercom.it
 
 




DE IT EN
Italiano
OK