INFORMATIVA BREVE

Il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti".
È possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l’utilizzo dei cookies secondo le tue preferenze accedendo alla presente informativa.
Cliccando su "OK" verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
 
 
 
 
 
 
 

Pegognaga: pronta entro marzo la rete in fibra ottica

Pegognaga: pronta entro marzo la rete in fibra ottica
 
 
Internet ultraveloce in tempi brevi e a costo zero per le casse comunali. Tutti – imprese e abitazioni private – potranno essere allacciati alla nuova infrastruttura in fibra ottica. Il modello per lo sviluppo della rete in banda ultralarga di Pegognaga si basa sulla sinergia pubblico-privato.

Per i cittadini di Pegognaga si tratta di una vera e propria rivoluzione. E per le aziende del territorio la realizzazione di promesse importanti: servizi efficienti, riduzione dei costi, scalabilità, flessibilità, sicurezza e naturalmente tanta innovazione. Le imprese potranno infatti godere di vantaggi strategici e di innumerevoli nuove opportunità usufruendo di servizi avanzati: internet ad altissima velocità, telefonia fissa e cloud computing. Tutti servizi IT di cui è possibile usufruire al meglio se alla base c’è una rete ultraveloce, potente e sicura, come quella in fibra ottica.

A Pegognaga Brennercom completerà entro marzo una rete d’accesso in fibra ottica di tipo FTTH (fibra fino all’utenza finale). L’operatore ICT, che ha sede a Bolzano e filiali a Trento, Verona e Milano, ha siglato l’accordo con il comune meno di un anno fa. I lavori riguardano la zona industriale e il centro dell’abitato mantovano. Sia le aziende che le abitazioni private potranno chiedere di essere allacciate alla nuova infrastruttura. In aprile verranno infine attivati i primi servizi.

La rete viene realizzata a costo zero per il comune, che ha messo a disposizione le proprie infrastrutture sotterranee entro le quali far scorrere i cavi. Nella zona industriale, la fibra viene posata lungo la rete elettrica dell’illuminazione pubblica, laddove presente. Nei casi in cui le condutture esistenti non consentono il passaggio della fibra o la copertura della rete elettrica è inesistente, Brennercom realizzerà la rete ultraveloce mediante l’utilizzo della minitrincea, una tecnica di scavo a basso impatto ambientale che consente di abbattere drasticamente tempi e costi delle operazioni di posa. Nel centro abitato, invece, la fibra verrà posata al fianco delle tubazioni del nuovo acquedotto in corso di realizzazione da parte della municipalizzata Tea Group. La lungimiranza del sindaco Dimitri Melli è stata premiata: anni fa, mentre venivano eseguiti gli scavi per la sostituzione di molti punti luce dell’illuminazione pubblica, aveva chiesto alla ditta che stava eseguendo gli scavi di lasciare lo spazio adeguato alla posa di canaline che in futuro sarebbero potute essere utili. Così è stato. E oggi Pegognaga è il primo comune mantovano interamente digitale.

“Per Pegognaga, che non dispone di connessioni a banda larga, la realizzazione di un’infrastruttura di comunicazione velocissima in fibra rappresenta un’occasione indispensabile per attirare la presenza di aziende sul territorio, salvaguardare l’occupazione e generare un indotto economico. Saremo in grado di implementare servizi davvero innovativi“ dichiara orgoglioso il primo cittadino Dimitri Melli.

“Dopo aver cablato zone industriali in Alto Adige e in Trentino, Nogarole Rocca e Affi (in fase di completamento), siamo fortemente motivati e determinati nell’ampliare la rete in fibra ottica che ci permette di offrire servizi di telecomunicazione e IT, anche in cloud, ad alto valore. Per il territorio di Pegognaga si tratta di una grande opportunità” spiega l’amministratore delegato di Brennercom Karl Manfredi.

L’infrastruttura in realizzazione si collega con la dorsale trasmissiva di Brennercom che corre lungo l’asse autostradale Brennero-Modena, raggiungendo i grandi nodi di Brennercom a Trento e Bolzano, oltre a connettersi con il nodo di traffico internazionale di Milano.
L’azienda di Bolzano ha raggiunto risultati importanti in Trentino Alto Adige. Oggi, 75 delle prime 100 imprese della provincia di Bolzano per fatturato e 45 delle prime 100 della provincia di Trento utilizzano i servizi di comunicazione di Brennercom. L’azienda è anche fornitore di servizi IT avanzati che poggiano sui tre data center di Bolzano, Trento e Innsbruck (Austria), uniti dall’autostrada ottica più veloce d’Italia (100 Gbit/s).

Il sindaco di Pegognaga Dimitri Melli e l’amministratore delegato di Brennercom Karl Manfredi invitano imprese e cittadini all’incontro informativo martedì 24 febbraio alle ore 18.00 presso la SALA CIVICA del comune di Pegognaga.


BRENNERCOM
Brennercom è tra i più dinamici operatori di comunicazione e fornitori di servizi IT, con ruolo di cerniera tra il Nord Italia e il mondo di lingua tedesca e filiali a Innsbruck e Monaco. Fornitore di riferimento per le aziende del Trentino Alto Adige, porta reti ottiche in diverse aree del Nord Est collegate al suo backbone Milano – Monaco e fornisce servizi di cloud computing che poggiano sui data center di nuova generazione di Trento, Bolzano e Innsbruck. Brennercom SpA ha realizzato ricavi a livello di gruppo per 40 milioni di Euro. I dipendenti sono 150 (200 a livello di gruppo che comprende Telefonia Alto Adige Srl e Met Italia Srl). Maggiori azionisti sono il gruppo Athesia (48,3%) e la Provincia Autonoma di Bolzano (42,3%).
 
 




DE IT EN
Italiano
OK