INFORMATIVA BREVE

Il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti".
È possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l’utilizzo dei cookies secondo le tue preferenze accedendo alla presente informativa.
Cliccando su "OK" verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
 
 
 
 
 
 
 

Manfredi incontra il Sottosegretario Giacomelli

Manfredi incontra il Sottosegretario Giacomelli
 
 
L'amministratore delegato di Brennercom Karl Manfredi ha incontrato Antonello Giacomelli, Sottosegretario allo Sviluppo Economico con delega alle Comunicazioni. Il Sottosegretario ha elogiato gli sviluppi della banda larga in Alto Adige e il ruolo delle province di Bolzano e Trento nel settore.

Manfredi e il Sottosegretario hanno avuto occasione di conoscersi il 21 maggio a Roma duranteTelco per l’Italia", il convegno organizzato da CorCom, la testata di riferimento dell'economia digitale e dell'innovazione. “Telco per l'Italia” è un momento unico di incontro e confronto nel settore delle Telecomunicazioni. Nel corso del convegno i principali operatori, il Sottosegretario Antonello Giacomelli, Angelo Cardani – Presidente di AGCOM, Giovanni Pitruzzella – Presidente di Antitrust e vari docenti del Politecnico di Milano si sono confrontati sul piano di attuazione della banda ultralarga, i vantaggi derivanti dalle nuove reti in fibra ottica, la mobile economy e le opportunità di business e diversificazione per le Telco. L'Agenda Digitale prevede infatti entro il 2020 la realizzazione di reti a banda larga e ultralarga e la creazione di un mercato digitale unico a livello europeo. Attraverso il piano “Banda Ultralarga” il Governo italiano vuole coprire il 100% del territorio con 30 Mbps. Maurizio Decina, professore emerito del Politecnico di Milano, ha sottolineato come il modello FTTH (Fibre To The Home, fibra fino all'utente finale) sia ormai un "must" per l'Italia. Davanti a una platea di 500 ospiti il Sottosegretario ha spiegato che il Governo Renzi è fortemente intenzionato a recuperare un ritardo umiliante per il Paese, ovvero il ritardo nel digitale. „Il Governo è determinato a usare tutte le sue prerogative perché entro il 2020 l'Italia sia sopra gli obiettivi europei“, ha dichiarato il Sottosegretario Giacomelli.

Karl Manfredi ha partecipato alla Tavola Rotonda a cui erano invitati Franco Bassanini - Presidente di Cassa Depositi e Prestiti, Alberto Calcagno - Amministratore Delegato di Fastweb, Elio Catania – Presidente di Confindustria Digitale, Gianluca Cimini – Amministratore Delegato di BT Italia, Pietro Guindani – Presidente di Vodafone Italia, Maximo Ibarra – Amministratore Delegato di Wind Telecomunicazioni, Vincenzo Novari – Amministratore Delegato di 3 Italia e Marco Patuano – Amministratore Delegato di Telecom Italia. Il tavolo, moderato dal Direttore di CorCom Gildo Campesato, si è confrontato sul tema „Banda Ultralarga: come raggiungere gli obiettivi del piano 2020“. Nel suo intervento, Manfredi ha ricordato come le agevolazioni fiscali siano importanti per investire nelle reti in fibra ottica, ma ha posto l'accento soprattutto sulle regole. "Abbiamo urgentemente bisogno di regole chiare. Purtroppo, in assenza di un quadro normativo certo, per le Telco è difficile programmare bene gli investimenti e rispettare le tempistiche".



BRENNERCOM
Brennercom è tra i più dinamici operatori di comunicazione e fornitori di servizi IT, con ruolo di cerniera tra il Nord Italia e il mondo di lingua tedesca e filiali a Innsbruck e Monaco. Fornitore di riferimento per le aziende del Trentino Alto Adige, porta reti ottiche in diverse aree del Nord Est collegate al suo backbone Milano – Monaco e fornisce servizi di cloud computing che poggiano sui data center di nuova generazione di Trento, Bolzano e Innsbruck. Nel 2014 il gruppo Brennercom ha realizzato ricavi pari a 41,8 milioni di Euro. I dipendenti sono 200 a livello di gruppo che comprende Telefonia Alto Adige Srl e Met Italia Srl. Maggiori azionisti sono il gruppo Athesia (48,3%) e la Provincia Autonoma di Bolzano (42,3%).

 
 




DE IT EN
Italiano
OK