INFORMATIVA BREVE

Il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti".
È possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l’utilizzo dei cookies secondo le tue preferenze accedendo alla presente informativa.
Cliccando su "OK" verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
 
 
 
 
 
 
 

Il futuro dell’IT aziendale passa per la "b.ACADEMY" di Brennercom

Il futuro dell’IT aziendale passa per la "b.ACADEMY" di Brennercom
 
 
Un ciclo di incontri per accompagnare l’aggiornamento organizzativo delle imprese nell’era della banda larga, dell’economia digitale e dei servizi “cloud”. L’a.d. Karl Manfredi: “Clienti e partner hanno bisogno di sviluppare nuovi paradigmi. Collaboriamo con i centri d’eccellenza nazionali, a partire dal Politecnico di Milano”.

Le nuove frontiere dell’informatica e delle reti di comunicazione promettono autentici possibili salti in avanti per le aziende e per gli enti pubblici, in aree che vanno dal marketing, ai rapporti con i clienti, all’organizzazione produttiva, ai rapporti con i cittadini. Tuttavia, nello stesso tempo, diventano sempre più complessi i riferimenti tecnologici, organizzativi e anche quelli legislativi. Le organizzazioni pubbliche e private come possono quindi “prendere le misure” per adeguare le loro scelte operative e di investimento per i prossimi anni? Per rispondere a queste domande, Brennercom ha varato una nuova iniziativa che ha un chiaro obiettivo: favorire lo sviluppo di una nuova “cultura digitale”.

L’azienda di Bolzano, che ha sedi anche a Trento e Verona, ha infatti creato la “b.Academy”, un ciclo di incontri, momenti formativi e altre iniziative di formazione / informazione rivolte a clienti finali e partner commerciali. La prima di queste sessioni si è svolta in questi giorni a Bolzano, presso la sede dell’azienda in Via Pacinotti, in collaborazione con la School of Management del Politecnico di Milano.

Le nuove prospettive legate allo sviluppo del “cloud computing”, ovvero i servizi informatici erogati in rete, sono state discusse da un panel di esperti, tra i quali il professor Stefano Mainetti, professore incaricato di Tecnologie dei Sistemi Informativi del Politecnico. Un folto pubblico di responsabili aziendali e di “addetti ai lavori” ha animato il dibattito discutendo di impatti economici e organizzativi. “Il cloud computing è il nuovo nome dell’informatica per le aziende”, ha detto il professor Mainetti, indicando le più recenti tendenze del settore. “Le organizzazioni di ogni tipo e dimensione sono alle prese con una continua richiesta per divenire più reattive, efficienti, capaci di introdurre cambiamenti e anche la crisi economica concorre ad accelerare questa tendenza. I nuovi scenari rappresentano un percorso che nel giro di pochi anni sarà un trend generalizzato”.

L’iniziativa è stata varata in occasione dell’ingresso di Brennercom nel mercato dei servizi IT di natura infrastrutturale, il cosiddetto IaaS o Infrastructure as a Service, una modalità che permette alle aziende di evitare impegnativi investimenti tecnologici in proprio, affidandosi ai “data center” dei fornitori dei servizi . “Attraverso i nostri centri di Bolzano e di Trento, che rappresentano una somma di eccellenze tecnologiche in campo nazionale e internazionale grazie a partnership con aziende di punta del settore, offriremo alle aziende le carte per essere vincenti abbassando i costi e migliorando la loro capacità di risposta ai cambiamenti imposti dal mercato”, dice l’amministratore delegato di Brennercom Karl Manfredi. “La sfida non è solo tecnologica: è culturale, organizzativa, manageriale. Per questo i nostri corsi affronteranno tematiche di vario tipo di interesse per le aziende e i nostri partner, in modo gratuito, chiaro e pratico: davvero un’occasione da non perdere”.

Brennercom

Brennercom è tra i più dinamici operatori di comunicazione e fornitori di servizi IT infrastrutturali, con ruolo di cerniera tra il Nord Italia e il mondo di lingua tedesca e filiali a Innsbruck e Monaco. Fornitore di riferimento per le aziende del Trentino Alto Adige, porta reti ottiche in diverse aree del Nord Est collegate al suo backbone Milano – Monaco e fornisce servizi di cloud computing che poggiano sui data center di nuova generazione di Trento e Bolzano. Brennercom Spa ha realizzato nel 2012 ricavi per 31,7 milioni di euro, in aumento del 9%, con ricavi a livello di gruppo per 37 milioni. I dipendenti sono 115 (155 gruppo). Maggiori azionisti sono il gruppo Athesia (48,3%) e la Provincia Autonoma di Bolzano (42,3%).
 
 




DE IT EN
Italiano
OK