INFORMATIVA BREVE

Il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti".
È possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l’utilizzo dei cookies secondo le tue preferenze accedendo alla presente informativa.
Cliccando su "OK" verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
 
 
 
 
 
 
 

Fibra ottica a Ravina: iniziati i lavori di scavo

 
 
Nella zona industriale di Ravina a Sud di Trento sono iniziati i lavori di scavo per la posa della rete in fibra ottica. Il progetto del valore di circa 900.000 Euro è interamente finanziato dalla Provincia Autonoma di Trento. A livello nazionale si tratta del primo progetto di infrastruttura di rete in fibra finanziato al cento per cento da un ente pubblico.

A distanza di due mesi dalla firma dell’accordo di programma per la posa della rete di accesso in fibra ottica in banda ultra larga, Trentino Network e Brennercom hanno dato inizio ai lavori di scavo. Entro la fine di agosto la zona industriale di Ravina sarà interamente cablata. Si tratta della realizzazione di una cosiddetta NGA (Next Generation Access), una modernissima rete in banda ultra-larga.

Il progetto, coordinato da EMMEGISTUDIO dell’architetto Michele Gamberoni di Rovereto, prevede la copertura di un’area di 25 ettari, tramite la posa di una dorsale principale di 11 km e di complessivi 25 km di cavi ad altissima capacità.

La ditta S.T.E. Costruzioni Generali Srl di Moena si occuperà dei lavori di scavo e della posa dei tubi, la ditta MET Srl di Milano sarà responsabile della posa di cavi, giunzioni in fibra e apparati di terminazione mentre Telefonia Alto Adige si prenderà cura dell’accesso dei clienti. L’opera, finanziata interamente dalla Provincia Autonoma di Trento, prevede un investimento di 900.000 Euro. Oltre Ravina, entro il 2012 la Provincia intende completare l’infrastruttura in fibra ottica delle principali zone industriali del Trentino.

A Ravina, dove hanno sede circa 80 aziende, verrà posata una rete FTTH (Fiber to the home) realizzando la parte terminale della rete e collegando i nodi periferici agli utenti finali, nello specifico, le aziende.

Quasi tutte le imprese dell’area già dispongono di accessi internet a banda larga, ma le richieste di collegamenti sempre più veloci ed efficienti crescono in maniera esponenziale; l’FTTH rappresenta la rete del futuro e una risposta definitiva a tali richieste proprio perché consente di navigare a velocità fino ad ora impensabili in totale sicurezza e stabilità.

La disponibilità di un’infrastruttura di rete in fibra ottica, che permette l’accesso ad internet ed a servizi di rete tramite banda ultra-larga, è un’importantissima leva attraverso la quale promuovere la crescita economica, sociale e occupazionale del territorio. A lungo termine, una simile rete costituisce un indubbio vantaggio competitivo tanto quanto possono esserlo oggi la disponibilità di energia e i collegamenti viabilistici. “Siamo orgogliosi di poter partecipare alla realizzazione di questo importante progetto infrastrutturale” dichiara soddisfatto l’Amministratore Delegato di Brennercom Dr. Karl Manfredi a margine di un meeting di inizio lavori che si è tenuto nella giornata di ieri insieme al Dr. Alessandro Zorer, Amministratore Delegato di Trentino Network, Dr. Paolo Simonetti, Responsabile del Servizio Reti e Telecomunicazioni della Provincia Autonoma di Trento e il Dr. Alois Kofler, membro del Consiglio di Amministrazione di Brennercom.
 
 




DE IT EN
Italiano
OK